SUD EST ASIATICO ED OLTRE! DAL 18 GENNAIO AL 5 GIUGNO 2015

Filippine, Borneo Malesiano, Brunei, Singapore, Malesia, Giappone, Cina

CINA 4 MAGGIO - 5 GIUGNO 2015

Cambio 1 euro = 6,9 YUAN CINESE (CNY o RMB o YUAN)

 

Spesa totale = 800 euro

 

 

Giorno DATA ITINERARIO EFFETTUATO MEZZO TEMPI
04/05/15 Manila – Beijing aereo 4 H
05/05/15 Beijing (piazza tienamen, la città proibita, night market)    
06/05/15 Beijing-la grande muraglia (a badalin gu chang chen) - Beijing bus privato  
07/05/15 Beijing (798 – olympic sport center – zona behai park) bici  
08/05/15 Beijing – Xi'an treno notturno 15H
09/05/15 Xi'an (Bell Tower e giro per il centro storico) bus  
10/05/15 Xi'an (Terracotta Army)    
11/05/15 Xi'an (Big Wild Goose Pagoda)    
12/05/15 Xi'an – Chengdu treno notturno 16H
10° 13/05/15 Chengdu ( Wen Shu Temple)    
11° 14/05/15 Chengdu ( Panda Breeding Center) bus locale 2H A/R
12° 15/05/15 Chengdu – Huanglongxi old city – People's Park – Kuanzhaikiangzi Alley    
13° 16/05/15 Chengdu – Shangri la aereo 1,2H
14° 17/05/15 Shangri la (monastero) – Tiger Leaping Gorge Bus + passaggio 2H + 30 MIN
15° 18/05/15 Tiger Leaping Gorge (trek) – Lijiang Trek + bus 5H + 3H
16° 19/05/15 Lijiang (Black Dragon Lake) – Baisha – Lijiang bus 30 MIN
17° 20/05/15 Lijang – Dalì treno 2H
18° 21/05/15 Dalì (bici giro del lago) – Shangguan bici  
19° 22/05/15 Shangguan – Yousuo - Wase Bici – autostop  
20° 23/05/15 Wase – Dalì Bici – bus  
21° 24/05/15 Dalì – Jinghong aereo 1H
22° 25/05/15 Jinghong – Bada – Zhang Lang scooter 6H
23° 26/05/15 Zhang Lang  - Jinghong scooter 7H
24° 27/05/15 Jinghong – Yuanyang – Xinjie Bus – minivan 8h + 1H
25° 28/05/15 Xinjie – Laohuzui – Duoyishu – Bada - Xinjie scooter  
26° 29/05/15 Xinjie – Kumning bus 7H
27° 30/05/15 Kumning – Guilin – Yangushuo Aereo + bus 1,2H + 1,3H
28° 31/05/15 Yangushuo    
29° 01/06/15 Yangushuo – Xingping Town – Huashan – Lengshui – Guban – Yangshuo scooter 5H
30° 02/06/15 Yangushuo – Mu Shan – Du Tou – Liu Gong – Yangshuo bici 5H
31° 03/06/15 Yangushuo – Guilin – Beijing Bus + treno notturno 2H + 19H
32° 04/06/15 Beijing    
33° 05/06/15 Beijing – Milano aereo 11,3H

 

 

 

 

 

La Cina è un paese sicuro, ma viaggiare nel suo immenso stato non è semplicissimo. Grazie a questa guida capirai in anticipo le difficoltà che potresti incontrare e di conseguenza organizzerai al meglio il tuo viaggio!!

 

 

Internet

 

Diversi sono i siti oscurati dal governo, i più conosciuti sono: tutto ciò che ha a che fare con google (google maps, gmail, ed il motore di ricerca di google!!), skype, twitter, facebook ed instangram. Whatsapp stranamente non è oscurato.

Il motore di ricerca più accurato utilizzato in Cina è: wwww.baidu.com, che sostituirà il nostro google.

Per aggirare il problema "siti oscurati" ci sono diversi modi, qui troverai una guida esauriente ed aggiornata su come fare ed inoltre capirai cos'è una VPN. Clicca qui

Io personalmente ho scaricato questa applicazione per Android: super VPN, la puoi scaricare prima (consigliato) o mentre sei in Cina. L'app è gratuita ma dura 20 giorni dalla prima attivazione. Non bisogna fare altro che scaricare l'applicazione, installarla e, dopo essersi collegato ad una rete wifi, connettersi tramite il programma. Facilissimo.

 

 

Lingua

 

La stragrande maggioranza dei cinesi non parla inglese, quindi ti conviene scaricare i pacchetti di google translator, in modo tale da poter utilizzare il traduttore anche off-line: scarica italiano e cinese tradizionale. Ricorda di tradurre frasi semplici ad esempio: io fame oppure dove stazione.

 

 

Trasporti

 

Treni: Benché strapieni, a qualsiasi ora ed in qualsiasi località, rappresentano il mezzo migliore per attraversare il paese in tempi ragionevolmente rapidi, a costi accettabili e, nel complesso, confortevolmente. Viaggiare sui treni cinesi è un’esperienza divertente che consente di entrare in contatto con la gente locale. Sono puntualissimi, quindi arriva alla stazione prima perché all’ingresso c’è il controllo bagagli come in aeroporto.

 

In Cina viaggiano tipologie di treni diverse:

T = superveloci e confortevoli

K = veloci e confortevoli

L = lenti ed obsoleti

I numeri dei treni sono preceduti da alcune lettere: la più frequente è la K ed indica un treno veloce. Altri treni a quattro cifre sono più lenti, ma generalmente si prende quello che si trova all’orario più opportuno, fermo restando la disponibilità di posti.

 

I posti si dividono in 4 categorie:

Soft-sleeper = Sono il top del comfort e del lusso; si tratta di scompartimenti chiusi dotati di aria condizionata, kit per il the, tappeti, tendine e 4 letti corredati da trapunte. Da prenotare con largo anticipo!

Hard-sleeper = Equivalgono alle nostre cuccette, ma non hanno porte. I posti migliori e di poco più cari sono quelli in basso, perché durante il tragitto di giorno ci si può stare comodamente seduti. Difficile trovare i biglietti, richiedono una prenotazione di qualche giorno prima della partenza.

Soft-seat = Sono piuttosto cari e rappresentano l'equivalente della nostra prima classe.

Hard-seat = Sono a due o tre posti frontali senza suddivisione con un tavolino in mezzo, in una rigidissima posizione verticale e senza molto spazio per le gambe. Sono piuttosto scomodi ed essendo i posti più economici sono presi d’assalto. Esperienza da fare, ma … solo per veri viaggiatori.

Per informazioni sui treni: www.travelchineguide.com/china-trains

 

Una volta salito sul treno (solo per le cuccette), passerà un controllore che ritirerà il tuo biglietto e ti darà, in cambio, una targhetta. Quando ti sveglierà all’arrivo, farà la mossa contraria: targhetta in cambio di biglietto. E non fare l’errore, quando scenderai dal treno, di riporlo in qualche posto remoto o sicuro per conservarlo: ti verrà chiesto anche alle porte di uscita della stazione.

Durante tutto il viaggio passano inservienti con carrelli carichi di cibo, zuppotti, snack e bibite. All’inizio di ogni vagone ci sono distributori di acqua bollente, per il the o per reidratare i pasti liofilizzati (zuppotti).

Alle 22.00 circa si spengono le luci nei vagoni letto e passano i controllori a tirare tutte le tendine.

I biglietti si possono fare nelle stazioni ferroviarie e nelle biglietterie ufficiali. Solo nelle stazioni ferroviare potrai acquistare i biglietti in partenza da altre città.

Ricordati di farti scrivere in cinese tutte le informazioni del treno che vorresti prendere. Negli ostelli inoltre possono controllare la disponibilità dei posti dei vari treni.

 

Long distance Bus (sleeper bus): coprono l’intera superficie del Paese e rappresentano l’alternativa al treno. Ad ogni modo, risultano essere più scomodi degli “hard sleeper” e viaggiando su strada, forse più pericolosi. Visto che sono gestiti da compagnie private, contrattare sempre il prezzo del biglietto.

Per i bus cittadini servono i soldi contati, non danno resto. Quindi devi sempre avere con te le banconote da Y1, ed anche la banconota da Y1/2 (ad esempio a Xi'an, il bus 603, che parte dalla stazione centrale e taglia tutta la città vecchia, costa Y1/2).

 

Aerei:si trovano voli a prezzi contenuti, se prenotati con un pò di anticipo. Questo sito è utilissimo per prenotare i tuoi voli ed i tuoi treni: http://english.ctrip.com/

Io ho prenotato 8 giorni prima un volo da chengdu a shangri-la (o zhangdoan) nello yunnan a 60 euro. Conviene comprare questo volo se si vuole visitare lo Yunnan, perchè i treni arrivano solo a Dali e poi bisogna risalire per visitare il salto del tigre e Lijiang; con questo volo risparmierai tempo e denaro!

 

Moto-Taxi: valida ed economica alternativa ai classici trasporti

 

 

Chicca: esistono diversi club/disco, nelle grandi città, che offrono da bere gratis ai turisti occidentali, inoltre l'ospitalità che ti riserveranno sarà unica; soprattutto nei week-end. Chiedi info negli ostelli.

 

 

Questa la mia esperienza in Cina:

 

Il volo da Manila parte in orario così arrivo in aeroporto a Pechino alle 11.10. Come sempre, prelevo con il bancomat: massimo Y1000 qui in aeroporto. (In città dagli sportelli bancomat della ICBC puoi prelevare fino a Y3000)

Mostro la mia destinazione (ricorda di salvare le mappe off-line con googlemaps prima di atterrare in Cina) allo sportello informazioni dei bus. Bus 7, partenza dagli "arrivi" dell'aeroporto, Y24. Fatti scrivere il nome della tua fermata.

 

Alloggio: Leo Hostel. Ottimo. Dormitorio da 6, Y60. Posizione ottima, vicino c'è anche la biglietteria dei treni, atm, tutto. Staff gentile, disponibilissimo e parla un ottimo inglese!

 

Compro subito il biglietto del treno per Xi'an: Y268, hard sleeper. partenza ore 14.22 arrivo 5.07 del giorno dopo. I treni con arrivo più comodo erano già terminati.

4 giorni sono sufficienti per esplorare i siti turistici principali di Pechino.

 

 

Da non perdere:

 

- La grande muraglia: per apprezzare al meglio questa meraviglia del mondo, ti conviene andare in zone poco turistiche! Leo Hostel organizza l'escursione in una zona veramente poco turistica, precisamente a Badalin Gu Chang Chen, a Y260, ottimo.

 

La grande muraglia nel suo splendore!

 

La grande muraglia!

 

Piacevoli incontri durante la visita della grande muraglia!

 

Il potere magico della grande muraglia!

 

- Piazza Tienamen

 

Piazza Tienanmen, sullo sfondo la Città Proibita

 

- Città Proibita

 

- Summer Palace

 

Altri siti turistici:

 

- Zona art 798

 

- Olimpyc sport center: bird's nest e water cube

 

- Temple of Heaven

 

- Silk street

 

- Night Market

 

Scorpioni fritti presso il Night Market, Beijing, Cina

 

All'imbrunire, nel mio caso alle 19, di fronte all'ingresso della città proibita, zona nord in piazza Tienamen, puoi ammirare la cerimonia dell'ammaina bandiera. Vedrai un assembramento di persone con cellulari e telecamere pronte ad immortalare il momento solenne.

Il primo giorno ho visitato piazza Tienamen, a 10 minuti dall'ostello, la città proibita e il night market.

Il giorno dopo ho preso parte al tour organizzato dall'ostello, un pò caro, Y260, ma sono andato in una zona poco turistica. Volendo risparmiare si può andare in treno: Y16 a/r e Y40 l'ingresso. Però visiterai una zona iper-turistica!!

Il giorno successivo, con un amico messicano, abbiamo noleggiato delle bici e siamo andati nella zona 798, art zone, dal mio ostello a 16km. Andare in giro per Beijing è piacevole e facile. Ci sono corsie riservate praticamente ovunque ed inoltre la città è tutta in piano. A seguire siamo andati nella zona olimpica ed in fine siamo passati dalla zona del lago a nord del Baihai Park. Zona ricca di bar e di turisti. In tutto 45km. Se non te la senti di fare tutti questi km puoi tagliare fuori la zona olimpica.

Ultima mattinata ho visitato il mausoleo di Mao, vai senza zaini o borse, altrimenti sarai costretto a pagare Y5 per lasciarle in deposito.

Leo Hostel si trova anche a 10 minuti dalla metropolitana numero 7, quella che vi porterà direttamente alla West Railway Station, stazione dei treni dove ho preso la locomotiva per Xi'an.

Alle 13 arrivo in questa stazione, provo a fare il biglietto da Xi'an a Chengdu, c'è uno sportello per turisti, il personale parla inglese, ma il tipo mi dice che non ci sono più posti per i treni che partono alle 19, ma solo uno che parte alle 14 ed arriva in mattinata alle 5. Mi consiglia di provare a chiedere nella stazione ferroviaria di Xi'an. Ok!

 

Piccole stazioni di polizia sparse per la capitale

 

Arrivo a Xi'an che sono le 5.07!

Le biglietterie sono già aperte e così riesco a comprare il biglietto del treno per Chengdu ad un ottimo orario: Y200, hard sleeper, partenza ore 21.21, arrivo ore 13.33 del giorno dopo.

Prendo il bus 603, Y1/2 e scendo alla fermata del mio ostello.

 

Alloggio: Shuyuan International Party Hostel. Camera da 4, Y40. Buono. Fermata bus ad un passo, ottimo pub all'interno. Ristorante caro. Fai la spesa per la colazione.

Xi'an è una bella città, vale la pena fermarsi 3-4 giorni.

 

 

Da non perdere:

 

Terracotta Army: bus 306, Y7, partono ad est della stazione centrale, 2 ore. Ingresso sito Y150. Dopo il secondo controllo del biglietto vai nello stabile sulla destra. Ci sono le spiegazioni del sito e capirai l'importanza dello stesso. Poi visita il sito 3, il più piccolo, poi il 2 ed iinfine l'1, il più grande.

L'esercito di terracotta è un insieme di statue collocate nel Mausoleo del primo imperatore Qin a Xi'an. Si tratta di un esercito simbolico, destinato a servire il primo imperatore cinese Qin Shi Huang nell'Aldilà.

 

Statuette ritrovate nel 1974, vecchie di 2000 anni!

 

 

Big Wild Goose Pagoda: pomeriggio/sera. Bus 609, Y2. Alle 20.30 inizia lo spettacolo gratuito delle fontane, interessante.

In zona ci sono tanti diversivi e molti ristoranti per tutte le tasche.

 

Xi'an centro: passeggia per le vie di Xi'an seguendo il muro di cinta internamente. Tutti i turisti fanno il giro sulle mura, Y60, io ti consiglio di risparmiare quei soldi e di osservare come scorre la vita per le vie di Xi'an! Troverai un sacco di cose interessanti da osservare! Se anche tu alloggi in zona gate south, segui il muro internarnamente verso est, quando incontri i gate esci e dai un'occhiata, a volte ci sono dei bei giardini con musica di sottofondo. Una volta arrivato alla stazione ferroviaria prendi il bus 603 per ritornare al gate south.

 

Stranezze cinesi: tartaruga al guinzaglio!

 

Stranezze cinesi: un taglio al volo!

 

 

Bell Tower: la sera s'illuminano, bella atmosfera.

 

 

Bell Tower illuminate di sera

 

 

Il giorno della partenza per Chengdu arrivo in stazione 30 minuti prima della partenza del treno, classici controlli e aspetto nell'area riservata. In alto, prima dell'area di attesa, c'è un display con il numero del tuo treno. Potrai salire a bordo solo 10 minuti prima della partenza.

Questa volta sono riuscito a prendere il letto di mezzo, piccoli miglioramenti treno dopo treno.

Dopo una bella dormita arrivo a Chengdu alle 13.30.

Uscendo dalla stazione e svoltando a destra c'è l'entrata della metropolitana. 2 fermate e sono praticamente ad un passo dal mio ostello.

 

Alloggio: Mr. Panda International hostel. Ottimo. Y25 dormitorio. Nei pressi c'è la metropolitana, tutte le fermate dei bus per raggiungere i vari siti compreso l'aeroporto. Personale disponibile, tutti parlano un buon inglese. Mappa gratuita, molto utile.

 

 

Cosa ho visto, da non perdere:

 

Wen Shu Temple: a due passi dall'ostello e la zona circostante piena di negozietti.

 

Wen Shu Temple

 

Panda Breeding Center: bus 99, Y2, fino al capolinea e bus 198 o 87, Y2. In tutto 1 ora. Ingresso Y58. Devi arrivare al centro alle 8, orario di apertura al pubblico, prima dell'arrivo dei turisti.

Visita prima la zona del "Giant Panda Club Enclosure" e dell' "Aduld Giant Panda Enclosure", dopo recati nelle zone "No. 1 e No. 2 House For Giant Pandas". Si trovano lontano dall'ingresso e quindi sarai solo tu ad ammirare questi curiosi animali. A seguire vai a visitare i Red Pandas.

 

Giant Pandas

 

Red Panda

 

People's Park: la gente locale adora questo parco, chi gioca, chi corre, chi balla, e chi si fa pulire le orecchie!! Bus 5, Y2.

 

Sport molto apprezzato nel People's Park, Chengdu

 

Pulizia accurata delle orecchie presso il People's Park, Chengdu

 

Kuanzhaixiangzi Alley: nei pressi del People's Park, zona caratteristica con bar, pub, ristoranti e negozietti. Meglio di sera.

 

Huanglongxi old city: interessante uscita fuori porta, evita il weekend. Bella città a solo 1 ora di bus da Xin Nam Men bus station. Y15 andata, Y10,5 ritorno. Uscendo dalla stazione di Huanglongxi gira a destra e segui la strada per 1 km.

 

Gavettoni per combattere il caldo!

 

A zonzo per la città

 

 

 

Inoltre a Chengdu ho visitato:

 

- Tianfu Square: piazza centrale della città controllata dalla grande statua di Mao

 

- Jinli Ancient street. Bus 5, 2Y

 

Sono andato in stazione centrale a Chengdu per comprare il biglietto del treno da Guilin a Beijing, avevo controllato sul sito ctrip e avevo notato che i posti hard sleeper iniziavano a scarseggiare. Ho pagato un supplemento di Y5 perchè il treno in questione parte da un'altra stazione. Ho trovato finalmente il posto in basso con la possibilità di utilizzare il tavolino dello scompartimento. Tot Y428.

 

Come passare una serata in allegria senza parlare!! W i gesti!!

 

A Chengdu avevo comprato il biglietto aereo per arrivare direttamente a Shangri-là, così, la mattina del volo, ho preso il bus per l'aeroporto, airport express Y15, 45 minuti, T2.

Faccio il check in e mi danno la bella notizia che il volo è in ritardo, minimo 2 ore.

Ho tempo per pensare e ripassando la geografia dello Yunnan mi viene in mente che avrei potuto optare per un volo da Dali per Jinghong, risparmiando così un sacco di tempo: in bus ci vorrebbero 17 ore, dormendo inoltre obbligatoriamente una notte a Kumning.

Vado in zona Mc Donald's, per una connessione wi-fi, visto che la connessione free dell'aeroporto non va per niente. Ma mi ci vuole una sim cinese, perchè mi devono inviare una password per avere la connessione. Faccio gli occhi dolci ed una tipa che lavora lì, lei mette a mia disposizione la sua sim: come sono ospitali questi cinesi!! Tramite ctrip vedo il volo che fa per me, anche il prezzo non è male: Dali - Jinghong Y450, più o meno la stessa cifra per andare da Dali a Kumning e da Kumning a Jinghong tramite bus. Mi reco dalla biglietteria della Lucky Air, biglietto fatto!

Con il morale alle stelle mi avvio al mio gate e scopro che ci servirranno anche la cena per via del ritardo. Partiamo con 3 ore di ritardo.

 

Arrivo a Shangri-là alle 23. Mi ero informato sul prezzo del taxi: Y30 (sempre informarsi prima sui prezzi dei mezzi che andremo a prendere!)

Il primo tassista all'uscita mi chiede Y50, no grazie, il secondo Y40, mmmm, no grazie, il terzo quasi vicino all'uscita chiede Y40, ma al mio perentorio Y30 si piega, andiamo.

 

Alloggio: Taverna 47, Y35, dormitorio. Buono, nella città vecchia, personale disponibile, ottimo inglese.

 

Mi faccio scrivere in cinese, come al solito, la mia prossima destinazione: Tina's GH, alloggio all'interno del parco naturale che ospita il Tiger Leaping Gorge che è un punto di arrivo dei vari trekking che si possono effetturare. Non ci sono bus diretti per Tina's GH. Dovrei scendere a Qiaotou e da lì prendere un minivan per Tina's GH che parte quando si riempie.

 

Mappa utilissima per orientarsi ed addentrarsi nel Tiper Leaping Gorge, Yunnan, Cina

 

Passo dal terminal dei bus, usufruisco del bus cittadino n.1, i bus partono ogni 30 minuti per Qiaotou, Y28. A seguire prendo il bus n.3 per arrivare al mitico monastero buddusta di Shangri-là. L'ingresso costa Y115, ma se riesci a circumnavigare la biglietteria, puoi salire a piedi, 30 minuti, senza pagare l'ingresso.

Arrivati davanti al monastero, ti chiederanno il biglietto per entrare nell'area, ma se prendi la strada che costeggia il comprensorio sulla sinistra puoi evitare anche questo controllo.

Rirpendo il bus n.3, per ritornare in ostello.

 

Il monastero Buddista di Shangri-là

 

Bus cittadino, Shangri-là

 

Prendo il bus per Qiaotou, 2 ore e sono là. Appena scendo il classico tassista ruba-soldi-ai-turisti mi chiede Y150 per accompagnarmi a Tina's GH e mi dice che con lui non pagherei il ticket d'ingresso al parco. Contratto ma non scende sotto i Y100. Vedo un minivan fermo più avanti, chiedo il prezzo ma il primo tassista, prima che il tipo del minivan mi rispondesse, gli dice qualcosa in cinese. La sua faccia cambia ed insieme a tutti gli altri mi dice che il passaggio costa Y100. A dir poco incavolato con il primo tassinaro li mando tutti a quel paese, non si fanno queste cose ma a volte, quando esagerano, ci vuole!! A 200 mt c'è lo svincolo per il Tiger Leaping Gorge. Decido di chiedere un passaggio. Neanche 5 minuti e si ferma un'auto, mi chiede dei soldi.... lui Y50, io Y20, lui Y40, erano già le 17 e così per tagliare la testa al toro tiro fuori Y30 e chiudiamo la trattativa. Gran bel risparmio calcolando che non ho pagato neanche l'ingresso del parco.

 

Durante il passaggio

 

Il nuovo amico mi lascia a Tina's GH non prima di aver chiamato la mia GH, era previsto il pick-up gratuito. Dopo 20 minuti mi passano a prendere.

C'è un bus che da Shangri-là parte alle 7.20, Y65, e ti porta direttamente a Tina's GH, però pagherai l'ingresso Y65.

 

Alloggio: Tibet GH Middle Tiger Leaping Gorge. Ottimo, Y30 dormitorio. Vista eccezionale, pace assoluta e sei già nel parco. Cibo ottimo e personale disponibile, si inglese. Tel: 0086-13988740050

 

Vista panoramica, presso la veranda dell'ostello 

 

Decido il trekking per il giorno dopo. Osservando la mappa del sito, noto che potendo arrivare al km 14, si può risalire verso Ben Di Wan Village e ridiscendere verso Tina's GH. Avevo saputo che è la zona più bella, quindi scendo per il Middle Tiger Leaping Gorge e ritorno su nei pressi del mio ostello. Alle 8.30, i dipendenti della GH, mi possono lasciare al km 14!! Ottimo!!

Ti consiglio di vedere solo il Middle Tiger Leaping Gorge, si arriva fin sotto al fiume, ci sono diversi gradini da fare. Ogni tanto bisogna pagare dei pedaggi, perchè la gente locale ha creato dei ponti senza l'aiuto del governo. Se ti senti in buona forma fisica, puoi seguire il mio itinerario. In tutto sono una ventina di km, dislivello intorno ai 1000mt.

 

Una delle tante scale per scendere a vallle!

 

Rientro alla GH che sono le 14.00, avevo accelerato il passo perchè dei ragazzi che erano con me in GH andavano anche loro a Lijiang, in auto! Ma quando mancavano 200mt alla GH vedo la macchina dei ragazzi che mi incrocia e loro all'interno che mi salutano.... niente passaggio!

Comunque avevo visto che da Tina's GH partiva un bus alle 15.30 diretto a Lijiang, Y55, 3 ore.

Arrivo a Lijiang, senza nessuna idea su dove alloggiare. Giusto per provare l'ebbrezza dei tempi che furono, quando internet era un lusso e pochi ostelli lo avevano. Avevo un nome di un ostello ma nessuno dei tassisti parlava inglese. Così mi faccio dire il bus per recarmi nei pressi della città vecchia. N.8, Y1.

Credevo di aver visto una scritta hostel e così scendo.... era hotel. M'incammino con i miei zaini, diventati pesanti dopo i vari acquisti effettuati nei 4 mesi di viaggio. Mi dirigo verso il centro storico, ma niente ostelli. Trovo una ragazza che parlicchia inglese e mi dice di prendere un taxi, perchè sono lontano e che conosce il nome di quell'ostello, bingo. Ma il tassista mi lascia all'ingresso del centro storico, pieno di gente. Pessimo giorno per rievocare le avventure passate, soprattutto dopo una giornata di intenso trekking!! C'è un centro d'informazione turistica... ma nessuno parla inglese, bello no?! Vedo due occidentali, erano italiani, mi dicono che la zona degli ostelli e GH è poco lontano da li. Vago per i vicoli, trovo una GH, Y100, no grazie. Girato l'angolo finalmente s'intravede un ostello facente parte della catena degli ostelli internazionali.

 

Alloggio: Ostello Internazionale, Y25, con la tessera HI, Y20. Buono, in centro, prezzo imbattibile, camerata da 30 però ben suddivisa.

 

Il centro storico della città è stupendo, peccato sia sempre strapieno di turisti cinesi.

 

Centro storico di Lijiang

 

Il giorno successivo vado a prenotare gli ultimi trasporti che mi mancano, treno Lijiang-Dali, Y34, 2 ore ed il treno Kumning-Guilin, hard sleeper Y280, 10 ore. A seguire ho visitato il Black Dragon Lake, Y80 e con il bus n.6, 20 min, mi sono recato a Baisha, città che ha ospitato il mitico Doctor Hoo e Chitwan.

Per mangiare cerca un ristorante al di fuori del centro storico.

 

Black Dragon lake

 

Chissà cosa fuma, presso Baisha

 

 

Bus n.4, 50 min., per recarti alla stazione dei treni di Lijiang, mostra il biglietto del treno all'autista per avere conferma, questo perchè non tutti i bus n.4 passano dalla stazione.

Arrivato alla stazione il solito controllo, ma questa volta la tipa vede il coltello da cucina che avevo comprato in Giappone e dice che non lo posso portare con me!! No!! 90 euro di coltello!! Non potete!! Fermo un tipo che parla inglese e provo a far capire alla tipa della sicurezza che è un coltello da cucina comprato in Giappone, che ho preso anche altri treni in Cina, che l'ho pagato caro, che potrebbe lasciarlo in una stanza con il conduttore, che potrei spedirlo...... Finalmente, posso spedirlo! Arriva un'altra tipa della sicurezza che chiama il mio successivo ostello a Dali. Iniziano a parlare in cinese, mancavano 10 minuti alla partenza del treno.... e loro tranquillamente discutevano sulla mia prenotazione!! Non ci potevo credere, la tipa della sicurezza si gira verso di me e mi chiede: "ma tu quando hai prenotato l'ostello? Sicuro di avere la camera?" Io cerco di rimanere calmo e le spiego che non importa adesso, l'importante è avere l'indirizzo per spedire il coltello, poi in qualche modo farò per recuperarlo. Un pò contrariata fa cenno di si con la testa e chiede finalmente il benedetto indirizzo del mio prossimo ostello! Speriamo bene! Sono stato in cerca di quel coltello per giorni!

Riesco a prendere il treno per un pelo. Dopo 2 ore sono a Xiaguan City. Da qui prendo il bus per il mio ostello che parte proprio dallo spiazzale antistante la stazione dei treni, Y2, 30 min.

 

Alloggio: Jade Emu international hostel, Y25 Dorm. Ottimo. Ben posizionato, bello spazio comunitario all'aperto, attrezzato di biliardo, biliardino e tavolo da ping pong. Personale disponibilissimo, ottimo inglese. Mappa gratuita.

 

Decido di noleggiare una bici per 3gg e di fare il giro del lago, 110km approssimativamente, Y75, moutainbike con freni a disco.

Dalla città vecchia ti devi dirigere verso Caicun, cittadina che si affaccia sul lago. Da qui, direzione nord, inizia una strada che costeggia il lago. Attraverserai diversi paesini.

 

Lungo il cammino in bici intorno al lago

 

Durante il tour in bici

 

Sulla strada puoi trovare vari alloggi. Io ho sostato a Tao Yuan Port la prima notte, 30km da Dalì old town, e a Wase la seconda notte.

Il tour è piacevole e rilassante, la strada non è molto trafficata.

 

Isolotto all'interno del lago, tour in bici

 

Sempre amichevoli ed ospitali!! Durante il tour in bici

 

Arrivato a Xiaguan City ti conviene prendere lo stesso bus che dalla stazione ferroviaria mi ha portato all'ostello, si può caricare a la bici a bordo, Y2, 30 minuti. Questo perchè la strada diventa molto trafficata e per di più in salita!

 

Tour in bici

 

Ritorno nel mio ostello a Dalì verso le 16 e subito chiedo del mio coltello giapponese: "è arrivato?"

Dopo un check da parte dello staff dell'ostello, non risulta essere arrivato nessun coltello a nome mio. Proprio in quel momento arriva il corriere. A volte è incredibile come vanno le cose! Già imballato, decido di rispedire il coltello a Beijing, ultima tappa del mio tour in Cina, in modo tale da evitare altri problemi in altre stazioni. Chiamo l'ostello che mi ha ospitato a Beijing il primo giorno in Cina e chiedo loro se possono ricevere e custodire il mio coltello. Si può fare. Il tipo della reception si occupa di reperire l'indirizzo in cinese dell'ostello e di compilare il modulo per la spedizione, che efficienza!! La spedizione mi costerà solo Y15. Prenoto l'ostello a Beijing per la mia ultima notte in Cina, sperando di ritrovare il coltello.

La mattina successiva devo raggiungere l'aeroporto. Cosa non facile per quello che ho capito, tutti prendono il taxi a Y100, 1 ora.

Invece si può ovviare al taxi e prendere un bus per arrivare in città, camminare per 600mt e prendere lo shuttle bus airport dal Cangshan Hotel, Y15, 30 minuti. Gli orari dello shuttle non sono chiarissimi. Mi avevano detto alle 8 il primo, ma sono arrivato alle 7.30 ed il bus è partito in quell'istante! Comunque alla fine dell'avventura in totale ho speso Y17.

 

Volo in orario, arrivo a Jinghong, "regione" Xishuangbanna, città dove non circolano molti bus perchè tutti vanno in scooter. Così sono costretto a prendere un taxi: contratto per Y30.

 

Alloggio: Riverside Hostel. Buono, Y40 dormitorio. Buona posizione, personale disponibile, ottimo inglese. Si trova al quindicesimo piano di un palazzone che si affaccia sul fiume Mekong, bella vista. A due passi da lì c'è un bel mercato notturno che troverai tutte le sere. Chiedere la mappa della città.

 

Avevo deciso di noleggiare una moto, avendo saputo che il paesaggio nei dintorni è strepitoso ed inoltre ci sono diversi villaggi dove vivono da sempre delle minoranze etniche. Il tipo della reception mi dice che adesso non è più semplice noleggiare moto in quanto bisogna avere la patente cinese per guidarli e la polizia ha intensificato i controlli. Proviamo a fare un paio di telefonate... niente da fare. Chiaramente non mi rassegno e inizio le mie indagini sul campo, che adoro! Trovo un bar dove danno info turistiche. C'è un cinese che fa la guida e parla inglese. Mi spiega dove potrei fare dei trekking e mi dice che la signora lì difronte a volte noleggia le moto, ok grazie amico. La signora chiaramente non parla inglese, oppone un pò di resistenza ma poi dice di avere la moto, vuole Y200 per due giorni, passaporto e Y2000 di cauzione. Trovo una interprete al volo e riesco a scendere a Y180, Y1000 di cauzione e fotocopia del passaporto. Le dico che forse sarei tornato in giorno dopo. Continuo e trovo un bar, il Mei Mei Cafè, cell.0086-691-2161221, avevo letto in qualche forum che il personale parla inglese e che dispensano info. In effetti la proprietaria aveva il numero di un amico che noleggia moto: Y200, non trattabili per 2 giorni, e solo il passaporto per cauzione. Affare fatto! Decido di visitare la zona ovest, confinante con il Myanmar arrivando a Zhang Lang, 110km da Jinghong, dove risiede una minoranza etnica: gli Hakka.

Il tour in moto si rivela entusiasmante e con panorami eccezionali.

 

Durante il tour in moto

 

Prendo la strada G214, poco trafficata e perfetta per la moto. Arrivo a Menghai, al primo grande svincolo, giro a destra direzione Mengzhe. Sulla strada troverai l'Octagonal Pavilion Jinghen, merita una sosta. Arrivato a Menghai gira a destra e prosegui, la strada inizia a salire ed inizia lo spettacolo. Arrivati in prossimità di Zhang Lang c'è un benzinaio, bisogna tenere la sinistra. Poco dopo inizia una strada fatta di sanpietrini disposti malissimo! Dopo pochi km vedrai sulla destra una casettina di legno, la fermata dei bus, devi prendere la strada a destra, quella in discesa. Dopo 5km sarai arrivato a Zhang Lang. Io avevo male interpretato la mappa ed ho continuato la strada, quella dei sanpietrini, per altri 23km arrivando a Bada!! Lungo la strada si vedono le spettacolari piantagioni di the. Arrivato a Bada, credevo di essere a Zhang Lang, ho ricevuto un'accoglienza unica, cibo, the, eventuale alloggio, ma dopo un paio d'ore ho deciso di andare a Zhang Lang, in modo tale da non dover fare la mattina successiva i 23 odiosi km di sanpietrini!

 

Animali curiosi lungo il tragitto!

 

A Zhang Lang trovo subito da dormire, Y20, materasso per terra, cena e colazione. Si chiede ospitalità agli abitanti del paesino, non ti aspettare nessun confort!

 

Bambini cinesi, fortissimi!

 

Faccio una breve passeggiata in giro ma ero stanco, compro delle birre e vado nell'unico posto vitale del paese, ovvero il gommista che si trova all'ingresso del paesino! Passa un sacco di gente. Offro una birra al proprietario, che in quel momento era solo, diventiamo amici e la sera mi porta a casa sua a cena. Chiaramente nessuno qui parla inglese!

 

A cena dal gommista!

 

La mattina saluto tutti e ritorno verso Menghai, da lì decido di andare verso Gelanche, giusto per non fare la stessa strada dell'andata. La strada si rivela perfetta per un tour in moto: si sale in collina, curve, panorami stupendi..... il top! Arrivo a Gelanghe e inizio a chiedere la direzione per Gasa, ma inizio a capire che i prossimi 23km non saranno facili. Arrivo in un punto dove finisce l'asfalto ed inizia il terriccio. C'erano dei manutentori della strada accampati e mi invitano a fermarmi. Solita ospitalità: the, sigarette, cibo. Mi fanno capire che con lo scooter non posso continuare e che devo tornare indietro. Cioè avrei dovuto fare 100km in più.... ma non se ne parla nemmeno, avrei rischiato! Ma tutti mi scoraggiavano ed il capocantiere mi dice di aspettare, tra 30 minuti sarebbe andato lui a Gasa con il furgone ed avremmo potuto caricare la moto sullo stesso. Anche questa è avventura, affare fatto!!

 

Moto caricata e assicurata al furgone

 

Con i manutentori della strada!

 

Mi lasciano a Gasa, ringrazio, prendo per Gadong e ritorno a Jinghon. Consiglio a tutti questa escursione, anzi se avete più giorni, è meglio!

Compro il biglietto per il giorno dopo dalla stazione dei bus: direzione Yanyang, Y177, 8 ore, uno al giorno partenza ore 12.00, mezzogiorno. Compra del cibo per il viaggio.

Il taxi in città costa Y10, e come sempre fatti scrivere in cinese il nome della stazione dei bus ed il successivo luogo che devi raggiungere, nel mio caso: Xingjie Zhen, che sarebbe la città vecchia di Yuanyang. Dove conviene soggiornare, sarai ad un passo dalle bellissime "rice terrace".

 

Le stupende "rice terrace"

 

Arrivato a Yuanyang, alle 20.00 in punto, l'autista mi fa scendere prima dell'ultima fermata, e lì c'era un minivan che partiva per Xingjie, Y20, 1 ora. Il conducente del minivan ti può portare direttamente al tuo alloggio.

 

Alloggio in Xingjie, Yuanyang: Belinda Backpackers GH. Dormitorio Y35, buono. Proprietaria disponibile, ottimo inglese. Ottima mappa. Grazie a lei ho noleggiato la moto. Ricorda che non è possibile guidare la moto in Cina senza patente cinese, ma non ci sono troppi controlli in giro. La moto era abbastanza malandata, forse la peggiore che abbia mai noleggiato in vita mia! Girare in moto in questa zona è stupendo, vivamente consigliato!! Uno delle percorsi più belli fatti in vita mia in moto! Il giro che ti consiglio è di 80km, perfetto per una giornata!!

Xingjie – Dayutang – Laohuzui – Duoyishu – Bada – Xingjie

 

Rice terrace, presso Yuangyang

 

Compro il biglietto per il giorno dopo, direzione Kunming, Y136, 7 ore, partenza 09.05.

Arrivo nella stazione sud di Kunming, attenzione ce ne sono ben 5, avevo già le informazioni per il mio successivo alloggio.

 

Alloggio Kunming: Claudland Hostel. Dormitorio Y40. Ottimo. Se decidi di sostare a Kumning questo ostello fa al caso tuo. Vicino alla fermata bus. Personale disponibile, ottimo inglese. Bel patio e veranda. Mappa gratuita della città.

 

Patio del Claudland hostel, Kunming

 

Ho trovato un volo economico Kumning-Guilin, Y200, così sono andato a farmi rimborsare il biglietto del treno. Se chiedi il rimborso 24 ore prima della partenza del treno hai diritto al 95% del prezzo del biglietto, entro le 24 ore, all'80%.

Arrivo a Guilin, dall'aeroporto partono dei comodi bus direzione Yangshuo, Y50, 1 ora e mezza.

Dalla stazione nord dei bus di Yangushuo ho preso una moto-taxi per Y8 fino al mio ostello.

Questa zona è bellissima, a piedi, in bici o in scooter, non ti pentirai di essere venuto in questo fantastico luogo.

 

Alloggio Yangshuo: Yangushuo 131 international hostel. Ottimo, dormitorio Y25. Bel Bar all'ultimo piano. Superlativa vista a 360°. Personale disponibile, buon inglese. Situato a pochi passi dalla via centrale.

 

Momento di relax sulla terrazza dell'ostello, Yangshuo

 

Nei pressi ho noleggiato uno scooter, Y100 al giorno, e bici mountain bike, Y25.

In moto sono andato a Xingping Town, in città c'è un ostello internazionale che mi ha dato una buona cartina locale e mi ha indicato il percorso ottimale da effettuare in moto. Sono andato in direzione nord ovest della città, verso Huashan. Per arrivare a Lengshui ho attraversato il fiume in barca,Y10, passeggero più moto. Poi direzione Guban e tramonto a Baisha Town.

 

Durante il tour in moto, nei pressi di Yangshuo

 

Il giorno dopo in bici ho preso la strada a sud est di Yangshuo. Un Loop che ti permette di visitare diversi paesini ed un paesaggio meraviglioso! 40Km in totale. Ti consiglio di sostare a mangiare a Liu Gong, c'è un ristorantino locale con vista fiume non male. Chiedi alla ristoratrice di mostrarvi il sentiero per la grotta ed il santuario.

 

Un uomo, un mito!

 

Da Yangushuo a Guilin, bus Y20, 2 ore. Dalla stazione dei bus di Guilin, la stazione dei treni dista 300mt.

Da qui ho preso il treno notturno che mi porterà a Beijing.

A Beijing, con mia somma gioia, ho ritrovato il mio coltello da cucina giapponese, arrivatomi via posta da Dali; ma il proprietario dell'ostello inizia a dirmi che molto probabilmente non lo avrei potuto portare in aeroporto. Comunque sia il giorno dopo anzichè andare in treno in aeroporto (cosa che fanno tutti), ho deciso di andarci in bus (bus che parte dalla stazione centrale, Y24, 1 ora e 20 minuti). In questo modo avrei evitato i controlli che ci sono all'ingresso della metropolitana e mi sarei giocato il mio coltello solo all'ingresso dell'aeroporto! Arrivato al terminal 3, con mia grande sorpresa, non c'era alcun controllo!!!

Ed ecco questo famoso arnese da cucina giapponese che mi ha fatto tanto penare:

 

 

Coltello da cucina giapponese

 

 

 

Questo incredibile viaggio di ben 138 giorni, 4 mesi e mezzo, in giro per il sud-est asiatico tra cui: Filippine, Borneo Malesiano, Singapore, Malesia e Giappone, si è concluso con la fantastica e travolgente Cina, un paese meraviglioso, ricco di storia, cultura e paesaggi mozzafiato. Sicuramente un giorno tornerò per girarla in moto o in auto con amici o perchè no..... nuovamente in solitaria!!

 

 

 

 

Vorrei ringraziare:

i miei genitori, che forse non lo sanno, ma che tanto mi hanno insegnato

mio fratello, sempre disponibile come supporto da casa e nei momenti di difficoltà

i miei amici, i fresconi, che non mi fanno mai pesare il rientro a casa

e tutti coloro che ho incontrato durante il viaggio, che sicuramente hanno reso il mio viaggio..... UNICO!!!

 

 

 

 

Se pensi che questo scritto ti sia stato utile, divertente o ti abbia solamente messo di buonumore, lascia un commento o aggiungiti alla mia newsletter gratuita, io sono spesso in giro per il mondo e sempre pubblico notizie interessanti, foto ed indicazioni per poter organizzare al meglio i tuoi viaggi!!

 

 

{fcomment}